Rinoplastica nasale: cosa c’è da sapere e quando farla

Rinoplastica nasale: cosa c’è da sapere e quando farla

È un vero e proprio intervento, perciò scegli con cura il chirurgo estetico a cui affidarti.

Da anni ti guardi allo specchio e il tuo naso non ti piace proprio: hai deciso di cambiarlo, in meglio. Sì, da anni, perché prima di poter pensare di intervenire su questo problema devi avere superato almeno i 16/17 anni di età,per fare in modo che sia completa la maturazione delle strutture (ossa e cartilagini).

Dal punto di vista estetico, convivere col proprio naso può non essere facile, ma è consigliabile imparare a farlo se non ci sono particolari problemi funzionali, di respirazione o conseguenti a traumi.

La motivazione psicologica

Se consideri ‘brutto’ il tuo naso, e questo ti crea problemi psicologici verso quello che consideri un difetto, allora puoi pensare a un intervento di rinoplastica nasale. In effetti il non accettare il proprio naso non è un problema da sottovalutare, dato che nel campo della chirurgia estetica è l’intervento più richiesto dopo quello dell’aumento del seno (mastoplastica additiva).  La decisione devi sempre prenderla dopo un’indicazione clinica e,come già spiegato, ma è bene ribadirlo, con una forte motivazione psicologica.

Rinoplastica estetica, in cosa consiste l’intervento

Larinoplastica nasale è un intervento che consente di modificare la forma del naso, correggendo ad esempio gobbe importanti o punte larghe. È un vero e proprio intervento che va eseguito in una struttura adeguata,come la nostra, dove l’assistenza infermieristica post operatoria è fondamentale.Viene eseguito sempre di più in day hospital o al massimo con una notte di ricovero.

Al termine dell’intervento, vengono applicati al naso dei cerottini e un gessetto, e eventualmente delle piastrine inserire all’interno del naso per sostenerlo.

L’intervento viene svolto in sala operatorio con anestesia generale, quindi è una vera e propria operazione. Vengono usare due tecniche, una classica e più tradizionale, detta ‘chiusa’, usata per gli interventi più semplici, e una più moderna usata per i casi più complessi, detta ‘open’.Nel caso della tecnica chiusa, le cicatrici sono tutte all’interno delle narici: nel caso della tecnica open, ci può essere una cicatrice esterna sulla columella, cioè il sottile segmento di cartilagine rivestita di cute che separa le due narici.

Cosa succede dopo l’operazione

Dopo l’operazione devi stare a riposo per uno o due giorni, applicando del ghiaccio sulla fronte. Dopo una settimana vengono rimossi il gessetto e le piastrine applicare al naso.

Per vedere il risultato finale della rinoplastica devi avere un po’ di pazienza, servono aspettare qualche settimana, nel caso di un intervento con tecnica chiusa, o anche mesi, nel caso di operazione con tecnica open.

Il risultato finale: cosa ti devi aspettare

La rinoplastica estetica serve a modificare la forma del naso in modo che sia armonico con il tuo viso. Non serve presentarsi dal chirurgo con la foto di un bel naso, magari di una modella o di un attore. Ogni naso, ogni persona, è una storia a sé. L’operazione serve a trovare un equilibrio, non ha fare miracoli.

Dove fare rinoplastica a Milano?Contattaci per una prima visita presso il nostro studio in città.